Aperto per ferie

Non avete letto male!
Il blog riapre..per raccontarvi le ferie di quest'estate 2010 :o) !!!!
Sono stati due mesi di silezio scrapposo, stoffoso, craftoso..ne avevo un bisogno immenso per riposarmi, rigenerarmi, e tornare a settembre con più voglia di FARE.
La maggior parte dell'estate l'ho trascorsa a Genova, nel MIO mare...

con le mie abitudini..

con le MIE più care amiche :o)

ma...c'è stata una settimana speciale...inaspettata...una sorpresa totale..un grande regalo di compleanno...organizzata da di un'amica che ha voluto fortemente che io andassi con lei a trascorrere il mio compleanno..e resa possibile dai regali di compleanno di mamma e sorella ( persone SPECIALI)
A PARIGI!!!
Ed in effetti è stata una settimana SPECIALE.
Lei è l'amica di sempre, da 44 anni...le prime vacanze in Inghilterra le ho fatte con lei, le prime vacanze al mare a S.Terenzo da adolescente sono state con lei...e a 28 anni di distanza abbiamo replicato :o)... potete immaginarvi quindi il clima, le risate, la complicità, gli aneddoti.
Abbiamo vissuto Parigi in parte da turiste, in parte da "parigine", eravamo ospiti di Clio e Irene che vivono là da quasi un anno, in St. Germain, proprio di fronte ai ruderi dell'abbazia di Cluny, con loro abbiamo fatto la spesa nei negozietti del Quartiere Latino, abbiamo conosciuto " le personalità locali", abbiamo macinato centinaia di km al giorno!!
Sarà un post lungo..solo per scegliere le foto da impaginare nei collage ho impiegato due settimane ;o)

18 AGOSTO:
Arriviamo nel pomeriggio, volo Air France diretto Genova-Parigi, in un'oretta tra navetta e RER siamo proprio sotto casa!
Peccato che.....ci aspetti la scalinata della metropolitana...con due valigie ( una detta "il morto") enormi!|  P.S. da queste colonne ringrazio i due francesi sconosciuti che le hanno portate fino in cima...senza mandarci il conto del fisioterapista.
Abbiamo passato il resto del pomeriggio ad orientarci nel quartiere, e ricaricate con una cenetta speciale in casa :o)


19 AGOSTO:
Compio 45 anni. E la giornata è davvero spledida. Parigi ci sveglia con un cielo terso, un solo caldo, e con Clio come guida partiamo alla scoperta del centro di Parigi...e dire centro è ovviamente un eufemismo.
Rive Gauche, Louvre, Le Tuilerie, Pl. de la Concorde, Fabourg st. Honorè, Pl. Vendome, Opera, Hotel de Louvre, Montmartre, Trocadero, Tour Eiffel, ritorno in batobus ............



..E finalmente i festeggiamenti nei meravigliosi Jardins de Luxemboug !
quanto abbiamo riso..e fatto ridere :o) mentre apparecchiavamo due sedie con gli stuzzichini per l'aperitivo e stappavamo ridendo una freschissima bottiglia di Tattinger ( per noi 4 Tattangè !)


Il tramonto all'orizzonte è stato indimenticabile. Il tempo di cambiarci e  via di corsa ( eravamo al 12esimo km credo...) verso un ristorantino delizioso,  "Au pied de fouet" per terminare la giornata di festeggiamenti.

20 AGOSTO:
Clio è ancora con noi, si cambia percorso:
Bv.St,Michel, costeggiamo il Luxembourg e arriviamo al Pantheon, visitiamo la splendida chiesa di St. Genevieve, scendiamo verso Rue de Cartes e Rue de Mouffetard, con tutti i suoi titpici negozi di prodotti alimentari ai lati, arriviamo al Jardin de Plantes, lo percorriamo tutto costeggiando l'orto botanico, e al Quai St. Bernard riprendiamo il batobus, scendiamo all'hotel della Ville, percorriamo il Marais attraversando poi Rue de Rivoli, e mangiamo un ottimo falafel in Place de Vosges, dove siamo arrivate attraversando l'Hotel de Sully; ancora visitiamo il villaggio st. Paul, facciamo un lungo giro ....due minuti a casa in St. Germain e poi via! Lasciamo  Clio a riposare un po' ( lei lavora..NOI siamo in vacanza!) ed io ed Emi scappiamo alla Monnaie a vedere la mostra di fotografia di Willis Ronis ( ME-RA-VI-GLIO-SA) ( ma non si può fotografare.....)


E' quasi l'ora di cambiarci nuovamente, alle 21 abbiamo l' appuntamento fissato via internet per la salita alla Tour Eiffel.
Il tramonto dal batobus è....da togliere il fiato, le foto non rendono abbastanza.

Scendiamo di corsa, siamo in ritardo di 20 minuti, e sul biglietto è specificato che non ammettono ritardi..e noi già la sera precedente avevamo rinunciato a salire per la troppa coda! corriamo, corriamo, abbiamo già una scusa pronta...e invece ci fanno entrare lo stesso con un sorriso!

Ce l'ho fatta, non è proprio il mio compleanno in cima alla Tour come desideravo ;o), ma non importa, è stupendo comunque...la serata è veramente tiepida, neppure un filo d'aria:

Ultima sosta alla Creperie St. Germain, ormai la nostra cena è alle 24......e poi a nanna.

21 AGOSTO:
Di nuovo sole, io ed Emi partiamo dalla stazione di Montparnasse, ogni ora un treno della Translien parte verso Chartres, la nostra meta di oggi.
Chartres è una città ad impianto medievale deliziosa, oltre alla famosissima cattedrale ( che VOLEVO vedere dopo averla studiatta sui libri si storia dell'Architettura...) la parte più a valle, che scorre lungo il fiume, è tipicamente una "piccola Venezia", con canali, ponticelli e mulini a pale.


22 AGOSTO:
Un'altra gita fuori porta che non dimenticherò..stavolta è Irene in turno di riposo che ci porta a visitare lo Chateau de Vincennes: costruito nel corso del XII secolo, poco prima del Louvre, ad opera di Carlo V, marito di caterina de' Medici, Vincennes è uno dei rari castelli ad aver costantemente rivestito, dal Medioevo fino ai nostri giorni, un ruolo centrale nella storia di Francia.
Di fronte al castello, La Sainte-Chapelle  fu destinata, come quella del Palais de la Cité a Parigi, ad accogliere una parte delle reliquie della Passione. Con l'esecuzione di questi lavori, Carlo V voleva fare di Vincennes, parallelamente al Palais de la Cité di Parigi, una seconda capitale del regno



Nelle sue celle fu imprigionato anche il Marchese De Sade!
Oltrepassato il perimetro della cinta muraria, ci avviamo verso il Bois de Vincennes, e soprattutto verso il lac du Dausmenille. Il Bois de Vincennes è un parco all'inglese sito ad est di Parigi. Il parco prende il nome della città di Vincennes nelle cui vicinanze è ubicato.
Il Bois de Vincennes, così come il Bois de Boulogne, è alla prima periferia di Parigi , tranquillamente raggiungibile dal centro con un'unica linea di metropolitana, ed è costituito da una grande estensione di terreno pubblico non abitato. Pur essendo ubicato in un comune confinante, esso fa, amministrativamente parlando, parte del XII arrondissement di Parigi.
Occupa un'area di 934 ha, che significa tre volte più grande di Central Park a New York e quattro volte l'estensione di Hyde Park a Londra....ed è solcato da barche, circondato fino ai suoi margini da prati all'inglese, al centro due isolette e su una di esse, un picoclo tenmpietto in stile neo-classico.
La cosa più complicata...è stato trovare un punto di ristoro :o(  abbiamo pranzato alle 17! sempre di più i nostri orari si stabilivano sul fuso di Barcellona LOL !!


23 AGOSTO:
Direzione Marché aux puces di St. Ouen e Marché Dauphine.
Sotto la prima pioggerellina dlela settimana visitiamo questi due grandi mercati rionali, Emi riesce quasi a comprare sedie e tavoli ;o) per fortuna ci sono io che la spingo delicatanmente via da quelle delizie...come li riportiamo a casa? Nel bagaglio a mano ;o) ????

Nel pomeriggio torna il sole, il caldo, e ci dirigiamo a passo lento ( dobbiamo recuperare la stanchezza di centinaia di km già percorsi LOL !!!!!) verso il Beaubourg e Les Halles, percorriamo lentamente Rue de Rivoli e facciamo un po' di sano shopping....ma non prima di esserci ripostae sui divani allestiti all'interno del Centre Pompidou !

Impossibile non fotografare per l'ennesima volta le allegre sculture della Fontana Igor Stravinsky, di Niki de Saint Phalle
La pioggia e il vento del mattino hanno lasciato il posto ad un cielo veramente blu, solcato da nuvole veloci

24 AGOSTO:
Di prima mattina ( o quasi...visti i nostri tempi biblici..ma siamo in vacanza!!!!!!!!!!!!!!!!) arriviamo alla Gare d'Orsay. Accipicchia...non si può fotografare niente! Possiamo solo ammirare...rimirare...farci cogliere dalla sindrome di Stendhal davanti a quella distesa di Impressionisti...Monet, Manet, Gauguin, Van Gogh...la tela de "le bal au mulin de la Galette" mi rimarrà negli occhi e nel cuore per sempre..
Il pomeriggio lo passiamo girellando per St. Germain..alla ricerca di negozi visti..segnati..e persi! Ma per fortuna, anche ritrovati :o) in fondo..basta camminare no?


25 AGOSTO:
Ultima giornata, l'aereo parte alle 20,30, abbiamo tempo almeno fino alle 17 per finire la nostra Parigi. Andiamo all' Orangerie... e niente, niente sarà mai come trovarsi immersi all'improvviso  nello stagno delle ninfee di Monet..niente.


Sono fotografabili, come vedete, ma nulla renderà mai come essere sedute lì.
E a chiunque leggendo questo lungo post avrà voglia di andare a Parigi, e visitare l'Orangerie...un suggerimento: andate all'apertura, verso le 9,30...sarete tra i primi, e avrate la stessa nostra sorpresa, entrare da soli e trovarvi immersi tra le ninfee .

Ci rimane solo un piccolo rimpianto, ma sarà uno dei motivi per tornare: andare alle letture della piccola libreria Shakespeare & Co.

E così...siamo al 12 settembre.
Ieri ultima  giornata di mare

Ultima uscita alla Notte Bianca di Genova.
Risate (tante) , spintoni ( tantissimi), un bel concerto di Dalla & De Gregori, i balli e i trenini improvvistai in Piazza della Vittoria

Vacanza finita, da domani si ricomincia la scuola, il lavoro..ma rimane nel cuore un'altra estate per tanti motivi indimenticabile.

P.S. un grazie a Paola amica ritrovata, o meglio mai persa, per i preziosi suggerimenti su Parigi, Clio ed Irene per l'ospitalità e la pazienza con la zia jap e integralista :o), Emi per ...TUTTO, Peu, Michi, Cri e Grazia per la amicizia la compagnia l'affetto e LA COMPLICITA', Claudio shabadao per le risate i confronti e le chiacchiere, Tony il sindaco e la dolce Gabry per la simpatia  e la gentilezza, Marco per i balli in piazza alla notte bianche e le riprese da cameraman.... a tutti quelli che hanno condiviso un po' della loro estate con me...GRAZIE

All'anno prossimo :o)

9 commenti:



marina ha detto...

.... ho letto tutto...giuro...e riesco solo a dire
WOWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWW
che splendida estate!

bentornata .... sul pianeta terra mommina!

Rita ha detto...

ho letto tutto anch'io!
che bell'estate che hai trascorso... che bel racconto... e che voglia di tornare a parigi che mi hai fatto venire (non nascerà con una torre eiffel vero????)... sono passati 18 anni dall'ultima volta!!! :(
bne tornata mommi... ed ora... aspettiamo i tuoi capolavori!
notte

Anto Io ha detto...

Grazie per essere stata là, il giorno del MIO compleanno, e sopratutto di averne scritto....mi hai resa partecipe di un'avvenimento che per me ora è solo ancora un sogno....
Grazie e BEN Tornata

lifedreamscreate ha detto...

ci sono stata l'anno scorso nello stesso periodo e ho rivisto nel tuo racconto le mie vacanze .
Concordo in pieno sull'esperienza dell'Orangerie all'apertura, è un'esperienza che ti toglie il fiato!
Marinella

annaelle ha detto...

Mommi: che meravigliose vcanze hai trascorso... prima i luoghi del cuore poi una sorpresa stratosferica con la vacanza nella vacanza a PArigi! Grazie per averla voluta condividere, post come questi sono stupendi! Poi Parigi è sempre Parigi!

Cristina ha detto...

Che meraviglioso resoconto! Le foto sono "merveilleux" e mi hanno ricordato la mia recentissima vacanza! ;-)
Buon compleannoooo ... anche se in ritardissimoooooo!
Un caro saluto
Cri

Silva ha detto...

si capisce da come le racconti che sono state vacanze indimenticabili! posso dire che ti invidio un pochetto???

baciotti
Silva

Mommi ha detto...

grazie a tutte fragazze! sì, sono state vacanze meravigliose per me , soprattutto perchè sono state le mie vacanze nei luoghi del cuore, come dice annaelle...e Parigi...val bene una messa, no :o)?????

Giuli ha detto...

Letto tutto d'un fiato, preso appunti e sognato... mommi, davvero una bellissima vacanza. A Parigi si torna sempre volentieri, anche se l'hai già visitata tante volte, e ogni volta scopri angoli sconosciuti.
Ma un libro al Shakspeare & Co l'avete preso? =)
tutto bene?